L’USO DEL PENDOLINO

Il pendolino è usato da sempre , moltissimi esemplari sono stati trovati nelle piramidi egizie, e anche trà i sacerdoti romani era molto in auge.
Il pendolino è uno strumento pratico , maneggievole , facilmente trasportabile , adatto sia alla divinazione che alla radioestesia, arte figlia della rabdomanzia.

Il pendolino è un peso collegato ad una catenella .
Può essere in cristallo , in pietre varie, in metallo , in legno .
Non ci sono regole ferree sul tipo di pendolino da usare, perchè è l’operatore a fare la differenza.
E’ vero che tutti possono usarlo ma non tutti avranno gli stessi risultati , occorre comunque avere una certa ricettività.

Ma come lavora il pendolino ?
Presto detto , il pendolino non è altro che una specie di antenna capace di captare le vibrazioni e riproporle all’operatore attraverso le sue oscillazioni

Un pendolino appeso da solo non farà granchè ma dato in mano alla persona giusta capace di fare da canale a queste energie , darà al pendolino la capacità maggiore o minore di leggere le vibrazioni e di riportarle in modo più o meno evidente.

Ma come orientarci nella scelta del pendolino ?
In genere quelli in cristallo vengono usati per fare indagini su se stessi , quelli in pietra vengono scelti in base alla qualità della pietra che si vuole usare, per esempio quelli quarzo rosa per indagare l’amore, l’ametista per indagini spirituali e spiritistiche…. ecc.

I pendoli in legno sono molto belli ed essendo leggeri sono indicati per lunghe sedute perchè non stancano molto l’operatore.

I pendoli in metallo possono avere anche aperture per inserirci i cosiddetti testimoni e vengono usati per la ricerca di persone scomparse… o per indagini comunque mirate sulla persona a cui appartiene il testimone.

Possono essere conici , lisci , sfaccettati , a sfera , a punta di lancia, a spirale.
L’importante è che qualsiasi pendolino scegliate ,lo usiate nel giusto modo .

La prima cosa da fare quando comprate un pendolino è purificarlo , consacrarlo e caricarlo .
Poi riponetelo nel suo sacchettino e custoditelo vicino a voi così che si colleghi alla vostra energia e diventi una vostra estensione.

Poi scegliete se usarlo da solo o se integrarlo con le schede radioniche apposite .
In radioestesia si usano sia pendolini che biotensot che bacchette a elle, nonchè macchinari radionici appositi .
Le schede radioniche ripropongono sia simboli che vere e proprie tabelle di misurazioni dove vengono misurate le vibrazioni dette Scale di Bovis.

Sia che usiate le schede radioniche unite al pendolo , sia che lo usiate da solo , il pendolo può avere infinite applicazioni , potete per esempio testare se un cibo fa bene oppure no al vostro corpo , se una persona prova per voi dei sentimenti o meno , se il luogo in cui abitate è energeticamente pulito o meno , se l’acqua che bevete è pura o meno ecc… ecc….
Le applicazioni del pendolino sono pressòchè infinite sia in campo radioestesico che divinatorio.

Di solito le linee guida sono : seduti con il gomito destro sul tavolo , la mano destra che impugna il pendolo dalla parte della catenella a 20 cm circa dal pendolo .
Se siete mancini userete la sinistra ovvio .
L’importante è che leviate dalle mani ogni oggetto di metallo che potrebbe interferire leggermente ma se vi scordate di toglierli non è un grosso problema .

Da prima si chiede al pendolo di indicarci il Si , poi ottenuto il tipo di oscillazione indicante il si , si chiede di avere l’indicazione per il no.
Poi si chiede che il pendolino indichi il forse.
Prendete mentalmente nota di ogni tipo di risposta data dal pendolo .

Fatto ciò si testa la veridicità le pendolino facendo delle domande ovvie che abbiano subito riscontro per esempio se avete una maglia bianca chiedete al pendolino : ho una maglia bianca?
Il pendolino dovrebbe rispodere con un bel si .
Ho i capelli verdi ?…il pendolino dovrebbe indicarvi un no ecc.

Un volta testata la sensibilità del pendolo e vostra, passate a fare le domande sull’oggetto vero della vostra indagine.
Prendete nota su un quaderno o diario apposito, delle domande fatte ( nel nostro shop ne abbiamo di molto belli ) segnando anche giorno , ora e risposta avuta così da registrare i responsi e vedere nel tempo a quante risposte effettivamente avete avuto riscontro oggettivo .

Una volta finite le vostre sedute scaricate il pendolino dal lavoro svolto ponendolo vicino a terra e semplicemente ordinandogli di scaricarsi , di solito prenderà a girare in senso anti orario sempre più velocemente per poi fermarsi piano piano quando avrà scaricato .
Ordinategli di ricaricarsi di energia positiva e girerà in senso orario .
A quel punto ringraziatelo e riponetelo nel suo sacchettino e custoditelo lontano da mani altrui .

Io uso il pendolino da tanto , assieme ai tarocchi , alla sfera di cristallo , nonchè anche le carte oracolari , questo perchè mi piace usare strumenti diversi a seconda delle situazioni e del sentire di quel momento , ma ognuno di noi è più o meno portato verso una specifica cosa.
Porto quasi sempre com ne tarocchi e pendolino .

Ora sta a voi scoprire se siete o meno portati maggiormente per le carte , per i pendolini , o altro.

Scoprite se il pendolo è il vostro strumento, guardate trà i nostri bellissimi pendoli e scegliete quello che più vi chiama,potreste scoprire che il pendolo è un tutt’uno con voi e scoprire le vaste opportunità del mondo della radioestesia.

Kyra.

Tag:,