LA RAGAZZA CHE AMAVA IL GIALLO

CARI VIANDANTI ,

E’ UN PO’ CHE MANCO DAL BLOG ANCHE SE NON HO MAI SMESSO DI “ESSERE SUL PEZZO “.

ECCO A VOI L’ARTICOLO CHE AVEVO PENSATO DI SCRIVERE PER IL MESE DI MAGGIO .

MAGGIO E’ IL MESE DELLE ROSE ED E’ DA SEMPRE DEDICATO ALLA MADONNA.

EBBENE OGGI VI RACCONTO UN’EPISODIO OCCORSO AD UNA MIA AMICA MEDIUM ANNI FA.

LA MIA AMICA CHE CHIAMEREMO PER COMODITA’ RITA, ( LA MIA AMICA VUOLE MOLTO BENE ALLA SUA PRIVACY) UN GIORNO ERA IN UN NEGOZIO .

IL NEGOZIO CONFINAVA CON UN PALAZZO E SI SENTIVANO STRANE PRESENZE ANCHE SE NULLA DI MALE ACCADEVA .

DICIAMO CHE CI SI SENTIVA OSSERVATI E SPESSO SPARIVANO OGGETTI CHE RICOMPARIVANO POI IN POSTI INSOLITI SENZA CHE NESSUNO LI AVESSE SPOSTATI .

C’ERANO SPESSO ANCHE ODORI DIVERSI E SI SENTIVA UNA PRESENZA CHE VOLEVA AVERE ATTENZIONE.

VISTO CHE RITA E’ UNA MEDIUM E LA SUA PRESENZA DAVA MAGGIOR RISALTO A QUESTA ENTITA’ CHE FACEVA DI TUTTO PER FARSI NOTARE, RITA SI APRI’ AL CONTATTO .

IN BREVE LE APPARVERO TUTTA UNA SERIE DI IMMAGINI COME SE UN PROIETTORE INVISIBILE GLIE LE INVIASSE NELLA MENTE.

VIDE UNA GIOVANE RAGAZZA BIONDA CON UN VESTITO GIALLO TUTTO CON IL COLLETTO BIANCO .

LA FOGGIA ERA DECISAMENTE ANNI CINQUANTA ED ERA MOLTO CARINO.

LA RAGAZZA AVEVA I CAPELLI RACCOLTI A CHIGNON BASSO SULLA NUCA E ALLE MANI INDOSSAVA GUANTI DI PIZZO BIANCHI .

SUONAVANO DELLE CAMPANE NELLE VICINANZE , ED ERA COME SE FOSSE UNA DOMENICA DI PRIMAVERA INOLTRATA.

POI LA SCENA CAMBIAVA REPENTINA.

UN ‘UOMO CON FARE CONFIDENZIALE , FORSE UN PARENTE, LA CHIAMAVA DA UNA PARTE LONTANO DA OCCHI INDISCRETI .

CON UNA SCUSA LA FACEVA ANDARE IN UNA SPECIA DI GARAGE / CANTINA E LI LA IMPORTUNAVA.

LA RAGAZZA DI NEGAVA , SI RIBELLAVA ALLE INSISTENTI AVANCES FINO A CHE QUELL’UOMO. RESO RABBIOSO DAL RIFIUTO , PERDEVA LA TESTA E ALLA FINE LA PICCHIAVA BRUTALMENTE , LEI CADEVA E BATTEVA LA NUCA RIMANDENDO POI A TERRA PRIVA DI SENSI .

CON LA PAURA CHE LEI RACCONTASSE DI QUESTE L’ACCADUTO , INFINE LA UCCIDEVA.

PRESO POI DALLA CONSAPEVOLEZZA DELL’ENORMITA’ DEL FATTO COMMESSO , IMPAURITO CHIEDEVA AIUTO A DUE AMICI CHE LO AIUTAVANO A CARICARE NON VISTI IL CORPO E A SCARICARLO IN UN LUOGO DOVE NON SAREBBE MAI PIU’ STATO TROVATO .

EBBENE , RITA, OLTRE A VEDERE QUELLE SCENE , SENTI’ ANCHE FISICAMENTE ED EMOTIVAMENTE TUTTO CIO ‘ CHE LA RAGAZZA SUBI’ QUEL NEFASTO GIORNO .

RIPRESASI DALLO CHOCK CERCO’ DI CAPIRE SE IL FATTO FOSSE RECENTE E DOVE FOSSE AVVENUTO .

SOPRATTUTTO VOLEVA CAPIRE SE FOSSE POSSIBILE INTERVENIRE IN QUALCHE MODO , MAGARI DENUNZIARE IL FATTO ALLE AUTORITA’ IN QUALCHE MODO .

PUTROPPO IL FATTO RISULTO’ ESSERE ACCADUTO MOLTISSIMI ANNI ORSONO TANTO CHE VENNE FUORI CHE IL CRINIMALE ERA PERSINO DECEDUTO PER VECCHIAIA.

AHIME’ ORMAI NESSUN COLPEVOLE POTEVA PAGARE PER QUEL NEFASTO ATTO .

PERO’ C’ERA UN ANIMA IN PENA DA CONSOLARE E PORTARE NELLA PACE.

PER CUI LA MIA AMICA RITA CHIESE ALLA POVERA ANIMA ,COSA SI POTESSE FARE PER ALLEVIARE LA SUA PENA E FARLA PASSARE NEL PIANO SPIRITUALE INVECE CHE RIMANERE NELL’ASTRALE.

LA RAGAZZA CHIESE ALLA MIA AMICA SI ANDARE A PREGARE PER LEI DAVANTI ALLA STATUA DELLA MADONNA POICHE’ LEI ERA MOLTO RELIGIOSA .

LE FECE VEDERE UNA MADONNINA TUTTA BIANCA CON UNA GROTTA DIETRO E IL PAVIMENTO AZZURRO .

LE FECE VEDERE CHE ERA CIRCONDATA DA FIORI GIALLI .

LA MIA AMICA RITA LA RASSICURO ‘ CHE SAREBBE STATO FATTO CIO’ CHE LEI CHIEDEVA.

FINITO IL CONTATTO , RITA USCI’ CERCANDO QUESTA MADONNINA FIDUCIOSA CHE LA RAGAZZA L’AVREBBE INDIRIZZATA NEL TROVARLA.

POCHI METRI PIU IN LA’ TROVO’ UNA CHIESA, ENTRO’ PENSANDO DI CHIEDERE SE CI FOSSE UNA MADONNINA IN QUEL MODO DA QUALCHE PARTE , E FATTI DUE PASSI SENTI’ DI DOVER GIRARE LA TESTA A SINISTRA DEL CORTILE IN CUI ERA ENTRATA.

LI , CON SUO STUPORE, C’ERA UNA GROTTICELLA GRIGIA A MO’ DI NICCHIA CHE OSPITAVA UNA MADONNINA BIANCA I CUI PIEDI POGGIAVANO SU UN PAVIMENTO AZZURRO.

TUTTO ATTORNO C’ERANO FIORI GIALLI .

COSI’ LA MIA AMICA SI INGINOCCHIO’ COMMOSSA SENTENDO LA PRESENZA DELLA RAGAZZA ACCANTO A LEI , E PREGO’ LA MADONNINA PER QUELLA GIOVANE SFORTUNATA.

LA GIOVANE FINALMENTE IN PACE SE NE ANDO’ E NEL LUOGO DOVE SOLEVA MANIFESTARSI NON SI SENTI’ PIU’ ALCUNA STRANA PRESENZA.

GUARDA CASO ERA MAGGIO DI DUE ANNI FA.

LA PROSSIMA VOLTA PARLEREMO DI COME LA FIGURA DELLA VERGINE MARIA SIA MOLTO SIMILE, ANCHE PER ICONOGRAFIA ALLA FIGURA DELLA DEA MADRE.

NEL FRATTEMPO RIMANETE CONNESSI , PRESTO UN’ ALTRO ARTICOLO PER VOI .

UN’ABBRACCIO , KYRA.