IMBOLC, CHE LA LUCE SIA CON VOI

CARI VIANDANTI , DOMANI DUE FEBBRAIO SI CELEBRA IMBOLC.

PER I CRISTIANI SI CELEBRA LA CANDELORA ,MA E’ LA STESSA FESTA RIVISITATA IN CHIAVE DIVERSA.

SE ANDIAMO A VEDERE NELL’ANTICHITA’, IN QUESTO GIORNO , DOPO YULE CHE SEGNAVA L’INVERNO FINALMENTE SI ARRIVA AL SUO LENTO DECLINARE.

IMBOLC SEGNA LA LUCE CHE TORNA AD AUMENTARE DI POTENZA, LE GIORNATE CHE INIZIANO AD ALLUNGARSI , IL SOLE INVITTO DEL 25 DICEMBRE E’ TORNATO AL SUO MASSIMO E GLI EFFETTI SI MANIFESTANO SEMPRE PIU’ DA IMBOLC FINO AD OSTARA E BELTANE SARA’ SEMPRE PIU’ UN TRIPUDIO DI LUCE CRESCENTE.

AI TEMPI ANTICHI IN QUESTO GIORNO SI ONORAVA LA DEA BRIGIT, DEA CELTICA DEL FUOCO , DELL’ISPIRAZIONE POETICA, DELLE GUARIGIONI E DEI FABBRI .

ERA ANCHE DETTA LA DEA DEL TRIPLICE FUOCO E VENIVA RAFFIGURATA ANCHE COME TRE IN UNA.

FANCIULLA DONNA E ANZIANA, UN ‘ PO’ COME LA DEA HECATE ANCHE LEI CON UN SUO FUOCO SACRO , SECONDO ALCUNI LE DUE DEE SAREBBERO LA DIVERSA VERSIONE DI UNA STESSA DIVINITA’ POICHE’ COLLEGABILI TRA’ LORO DA DIVERSE ASSONANZE MA NON DIVAGHIAMO SU QUESTO CAMPO POICHE’ UN RAFFRONTO TRA’ LE DUE NON E’ IL TEMA CHE INTERESSA ORA.

LA SUA FIGURA FU CRISTIANIZZATA E DIVENNE LA CATTOLICA FIGURA DI SANTA BRIGIDA.

MA SEMBRA CHE EFFETTIVAMENTE SIA VISSUTA IN IRLANDA UNA SANTA BRIGIDA IN CARNE E OSSA.

SAREBBE STATA UNA RAGAZZA FIGLIA DI UN’ALLEVATRICE DI BESTIAME , LA LEGGENDA NARRA CHE RIFIUTO’ DI SPOSARSI PER FARSI MONACA E CHE LA SUA PRESENZA PORTASSE GUARIGIONE E ABBONDANZA OVUNQUE ANDASSE.

SI NARRA CHE FACESSE MIRACOLI OVUNQUE E SE TOCCAVA ACQUA O LATTE, CHI POI BEVEVA QUEI LIQUIDI RICEVEVA MIRACOLI .

CREO ‘ L’ABBAZIA DI KILDARE DOVE ACCESE UN FUOCO E LE 12 MONACHE CON LEI, EBBERO IL COMPITO DI NON FAR MAI SPEGNERE QUELLA SACRA FIAMMA.

A KILDARE IN IRLANDA VI E’ ANCORA IL MONASTERO DOVE PER MOLTI SECOLI DELLE SUORE CUSTODIRONO SENZA MAI FARLO ESTINGUERE, IL FUOCO DELLA SANTA BRIGIDA.

POI GIUNSE UN VESCOVO CHE CAPI ‘ QUANTO IN REALTA’ FOSSE LA RIPROPOSIZIONE DELLE SACERDOTESSE DELLA DEA BRIGHIT IN CHIAVE CATTOLICA E FECE SPEGNERE IL FUOCO, MA C’E CHI DICE CHE IN REALTA’ IL FUOCO CONTINUI AD ARDERE ANCORA OGGI.

LA FESTA D’IMBOLC DERIVA DALLA PAROLA OIMLEC E SI RIFERIVA AL FATTO CHE DURANTE QUESTO PERIODO NASCEVANO MOLTI AGNELLINI CHE PRENDEVANO IL LATTE DALLA MADRE.

ERA PER QUESTO ANCHE IL PERIODO ADATTO A PREPARARE FORMAGGIO E LAVORARE LATTICINI IN OGNI MODO.

RICORDIAMOCI CHE ERA UN MONDO ESSENZIALMENTE AGRICOLO E IL CONTATTO CON LA NATURA E GLI ANIMALI ERA FONDAMENTALE PER VIVERE.

QUESTA FESTA ERA DETTA ANCHE ” FESTA DEL FUOCO ” POICHE’ SI ACCENDEVANO FUOCHI RITUALI E CANDELE E LUMINI PER OGNI DOVE.

CIO’ SERVIVA A RICHIAMARE LA LUCE AFFINCHE’ DIVENISSE SEMPRE PIU’ FORTE.

NON SOLO MA PROPRIO PERCHE’ LE CANDELE ERANO IMPORTANTI , IN QUESTO SABBAT SI PORTAVANO A BENEDIRE E A CONSACRARE TUTTE LE CANDELE CHE ERANO DESTINATE AD ESSERE USATE TUTTO L’ANNO.

IN QUESTA RICORRENZA UNA COSA CHE SI FACEVA E CHE PUO ESSERE FATTA TUTT’OGGI E’ CREARE UNA BAMBOLINA DI BRIGHIT CON LE SPIGHE DI GRANO CONSERVATE DA LAMMAS.

INOLTRE PER L’OCCORRENZA DI POSSONO FARE CANDELE IN CASA E POI BENEDIRLE E CONSACRARLE.

UN ‘ ALTRA COSA E’ LAVORARE UNA DI QUESTA CANDELE CREANDO LA ” CANDELA DI BRIGHIT

COME SI FA?

VE LO DICO SUBITO:

PRENDETE DUE MANCIATE DI GOCCE DI CERA BIANCA E FATELE SCIOGLIERE A BAGNO MARIA, POI UNITECI DELL’OLIO ESSENZIALE CHE PREFERITE E INFINE QUANDO SI E’ SOLIDIFICATA LEVATELA DALLO STAMPO E PONETECI SOPRA DEI TRIFOGLI ESSICCATI O DELLE DECORAZIONI FATTE FA VOI TIPO LA CROCE DI BRIGIT DISEGNATA SU DELLA CARTA.

RITAGLIATE IL DISEGNO E METTETELO SULLA CANDELA SPENNELLANDO CON ALTRA CERA FUSA.

ALTRO MODO PER FARE LA CANDELE DI BRIGHIT E’ PRENDERE UNA CANDELA E TRASFERIRCI CON IL METODO DEL TRASFERIMENTO A CALDO UN DISEGNO DELLA DEA SULLA CANDELA.

PRATICAMENTE SI PROCEDE COSI’:

PRESA LA CANDELA BIANCA E SCELTO IL DISEGNO , LO SI STAMPA ALL’ ARROVESCIO ,POI SI RITAGLIA IL DISEGNO E LO SI APPLICA SULLA CANDELA.

SI FODERA LA CANDELA E IL DISEGNO SCELTO CON DELLA CARTA DA FORNO E POI CON IL PHONO CALDO SI FA’ SCIOGLIERE IL DISEGNO .

IL CALORE FARA’ IN MODO CHE IL DISEGNO SI TRAFERISCA SULLA CANDELA.

SI SAPRA’ QUANDO IL TRASFERIMENTO SARA’ COMPLETO QUANDO A NOI APPARIRA’ IL DISEGNO SUL FOGLIO DELLA CARTA DA FORNO .

A QUEL PUNTO SI SPEGNERA’ IL PHONO , SI ASPETTERA’ POCHI MINUTI E CON ATTENZIONE SI FARA’ LEVERA’ LA CARTA’ OLEATA E IL DISEGNO DI CARTA E SI VEDRA’ LA CANDELA DISEGNATA COME VOLEVAMO .

UN’ ALTRA COSA DA FARE PER IMBOLC E’ LA CROCE DI BRIGIT.

POTETE ANCHE SCRIVERE POESIE E RECITARLE IN SUO ONORE.

ALTRA COSA DA FARE :

– RITUALI DI PURIFICAZIONE E TRASFORMAZIONE CON CANDELE BIANCHE.

-CENARE CIRCONDATI DA LUMINI ACCESI PER OGNI DOVE

-DIVINARE

-RITUALIZZARE CON PICCOLI FALO ‘ ACCESI IN SICUREZZA.

-PREPARARE CIBI A BASE DI FORMAGGI

-FARE IL LATTE DI BRIGHIT:

SI FA CON 500 ML DI LATTE CHE FARETE SCALDARE CON UNA STECCA DI CANNELLA , UNO PIZZICO DI CURCUMA , UNO DI ZAFFERANO , TRE CHIODI DI GAROFANO E ZUCCHERO QUANTO BASTA.

POTETE FILTRARE IL TUTTO PRIMA DI SERVIRE .

PER GUARNIRE POTRESTE METTERE DEI PEZZETTI DI CIOCCOLATA BIANCA UNITI FUORI DAL FUOCO O QUEI BISCOTTI DI CIALDA TONDI E LUNGHI A MO DI SIGARETTA RIPIEI DI CIOCCOLATA ALL’INTERNO .

A VOI LA FANTASIA.

BUON IMBOLC A TUTTI .