I fantasmi , insoliti incontri

Tempo addietro ho parlato della nascita dello spiritismo nell’800 per via delle attività delle sorelle Fox e delle ricerche di A Kardec. Ma come mai le sorelle Fox e A. Kardek e altre persone nei secoli si sono interessati allo spiritismo ? Semplice , hanno avuto esperienze insolite , manifestazioni spiritiche che li hanno incuriositi e li hanno portati a indagare il fenomeno . A volte si sentono rumori , colpi , si vedono spostare oggetti , si avvertono presenze inquietanti in luogo particolari . A volte si arriva a vedere vere e proprie figure antropomorfe , molte volte sono sbiadite e fluttuanti , a volte invece le immagini sono molto ben definite. Molto spesso le manifestazioni visibili sono mute , altre volte , le apparizioni possono dare messaggi . Ma quando si vede un fantasma , cosa si vede veramente? Ardua risposta. Per alcuni le paparizioni di fantasmi sono allucinazioni , frutto di fantasie e suggestioni , per altri invece sono fenomeri reali oggettivi dovuti alla manifestazione sulla nostra dimensioni , si anime di persone trapassate che per vari motivi non vogliono lasciare questo piano . In questo caso spesso il trapassato ha avuto un decesso improvviso , magari non è neanche consapevole di essere morto . A volte si può trattare di una persona che non ha concluso importanti cose sulla terra e quindi rimangono nella speranza di completare ciò che è rimasto in sospeso . Altre volte si può trattare di persone morte di morte violenta subendo così un vero e proprio trauma che gli impedisce di andare oltre. Per altri si tratta comunque si di increspature nel continuum dello spazio tempo per cui eventi passati carichi di forte emotività e drammaticità , creano una impressione psitica così forte da creare appunto uno strappo nel continuum spazio tempo che fa in modo che quell’evento si ripeta continuamente come quando un disco graffiato si impunta sempre nel solito graffio riproducendo lo stess stridio in modo continuo e fisso . Questi inceppamenti si manifestano con vere e proprie scene passate che si ripetono tali e quali sempre nello stesso modo . Per esempio in Inghilterra ogni hanno in occasione della sua decapitazione le persone vedono lo spettro di Anna Bolena arrivare in una carrozza nella sua casa natia di Norfolk. L’inghilterra è la patria dei fantasmi , ha molti castelli pieni zeppi di “impressioni psitiche” assai forti trà tutte le battaglie e gli eventi tragici che vi si sono avverati . Ma anche le moderne cittadine hanno la loro storia e anche nei moderni appartamenti possono succedere eventi negativi che rimangono impressi nell’atmosfera del luogo , e anche nei moderni condomini possono morire persone. Mia mamma mi ha sempre raccontato che quando io avevo pochi mesi , la mia famiglia abitava in una casa in cui era morto un professionista. La stanza di mio fratello era nell’ex studio di questo defunto . Ogni sera i libri venivano messi apposto nella libreia e ogni mattina venivano ritrovati sparsi in camera. A quanto pare a questa persona o gli dava fastidio che qualcuno lo occupasse o cercava qualcosa di importante nel suo ex studio ….Inoltre le porte si aprivano da sole….e lo stesso per le finestre e le cose venivano regolarmente trovate spostate. Insomma…..lui continuava a stare li ….e a gestire la sua casa come meglio credeva. Una sera si manifestò persino …non in modo visibile chiaramente ma emettendo suoni assai ostili. Mia madre ebbe il sangue freddo di parlarci spiegandogli che la mia famiglia non voleva invadere i suoi spazi e che si poteva tranquillamente condividere la casa senza darsi fastidio a vicenda. Non solo ma doveva essere contento che una famiglia l’abotase così la sua casa continuava ad essere ben tenuta e non decadeva.Il risultato fu che da quella sera non successero più cose sinistre…anzi …la presenza divenne quasi protettiva . Comunque l’incontro fu casuale…mia madre non sollecitò mai il contatto , fu l’entità a volersi manifestare ….I defunti non vanno mai chiamati . L’altra dimensione è coesistente con la nostra ..siamo circondati di presenze in continuazione e ovunque, solo che ci troviamo su dimensioni diverse per cui noi non percepiamo loro e loro non percepiscono noi . Ma a volte in casi particolari come quelli su citati , il velo trà le dimensioni può assottigliarsi e l’incontro trà defunti e vivi può avvenire. I solstizi sono portali importanti in cui vi può essere questa connessione….ma ripeto , i contatti non vanno cercati .I morti non vanno disturbati mai per nessuna ragione. Se siete destinati ad aver contatti ,saranno loro a cercarvi , basta solo che ne abbiamo necessità e opportunità . Ma le dimensioni devono esistere in modo indipendente l’una dall’altra pur compenetrandosi . I vivi con i vivi . I defunti con i defunti .Mai mischiare le acque , sopratutto mai giocare ai piccoli medium con la tavola oui-ja. Detto ciò , buon proseguo . Kyra